Meteore - OsservatorioMonteBaldo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Meteore

Ricerca
Met-Rec

Met-rec analizza in tempo reale un'immagine video PAL (384x288 8 bit), a 25 frames per secondo, registrando il momento dell'apparizione della meteora, l’immagine e l’animazione di ogni evento. Il programma è in grado di stimare magnitudine, velocità, coordinate equatoriali e di determinare lo sciame di appartenenza. L’immagine è fornita da una telecamera Mintron MTW-12V1C-EX con obiettivo Computar HG0608FCS-HSP DA 6 mm, montata all’interno di una custodia stagna, con un sistema di riscaldamento interno, onde prevenire l’appannamento del vetro.
La scheda di acquisizione utilizzata dal programma è la Matrox Meteor, una scheda Frame Grabber Matrox. Dati, immagini ed animazioni sono salvate su un computer, che ovviamente deve rimanere acceso in continuo. Il campo inquadrato è di 57° per 41° e diagonale 72°. La telecamera inquadra un campo fisso con centro a 48° di Altezza e 123° di Azimut. Questo significa che in ogni momento e possibile conoscere la zona di cielo inquadrata dalla telecamera, semplicemente settando su un programma planetario latitudine e longitudine dell’osservatorio (Nord 45,6975° Est 10,8578°), data, ora e gli azimut ed altezza già detti. Il lavoro di preparazione per l’installazione del sistema è iniziato a fine agosto del 2005, con test di acquisizione di sessioni di lavoro registrate su nastro, ma soltanto il 16 di novembre abbiamo fatto infine partire il sistema alle ore 23:39 TU.
Attualmente, Il monitoraggio si avvia in automatico alle 17:00 TU e prosegue sino alle 5:00 TU del giorno successivo. Gli orari di attivazione e spegnimento del sistema sono modificabili a seconda della stagione. In ogni sessione di lavoro il programma registra i dati delle apparizioni di meteore, assieme alle animazioni ed alle immagini in una cartella che porta il nome della data di lavoro. Questo tesoro di informazioni viene messo a disposizione della comunità scientifica, inviando i dati raccolti all’International Meteor Organization (IMO) un organizzazione che raccoglie diversi osservatori Amatoriali e professionisti, che si occupano del monitoraggio delle meteore, della quale l’osservatorio è aderente ed ha ricevuto il codice 14260.
Gli stessi dati vengono poi salvati su questo sito, e resi disponibili per il download. E’ importante notare che mentre immagini e dati possono essere visualizzati in ambiente windows, il programma di analisi POSTPROC (che permette tra le altre cose di vedere le animazioni delle singole meteore) del pacchetto di Met Rec può funzionare soltanto in DOS o in modo DOS di Windows 95/98. Non funziona quindi in DOS di Windows NT, XP, ME or Windows 2000. Il pacchetto di programmi di Met Rec può essere scaricato direttamente dalla sua Homepage oppure dal sito FTP International Meteor Organization. Un lavoro particolare riguarda il monitoraggio dei Bolidi, quelle meteore cioè che superano magnitudini di –3 o –4. Queste verranno segnalate alla Sezione Meteore dell’Unione Astrofili Italiani nel tentativo di tracciare le traiettorie delle eventuali zone di caduta. Composizione delle tracce meteoriche ottenute la notte tra il 17 ed il 18/11/2005. Alle 4:16 è stato ripreso il bolide che si vede sulla parte in basso a destra, una Leonide di magn –5 e velocità 8° al secondo.

Baldo Meteor Hunter

Una delle funzioni previste per l’osservatorio del Monte Baldo è quella del monitoraggio delle meteore attuato in continuo, tramite un apposito software chiamato MetRec (Meteor Recognizer), in grado di esaminare l’immagine fornita da un sistema video e riconoscere in automatico gli eventi meteorici, distinguendoli da altri oggetti in movimento (p.es. Aerei o satelliti).
Eseguito con un sistema automatico di due telecamere, che riprendono ogni notte serena la volta celeste, il monitoraggio delle meteore è fatto in automatico da un programma su PC che è in grado di riconoscere il passaggio di una meteora, memorizzando data, ora, velocità, posizione e durata di ogni evento. Questa ricerca, svolta all’interno di un network internazionale permette di costruire una mappa della posizione e dell’orbita di nubi di detriti, di solito lasciati dalle comete, che si muovono nello spazio in prossimità dell’orbita terrestre. Attualmente il numero di meteore ripreso dall’osservatorio supera le 65.000 e ci porta nei primi 10 osservatori dell’International Meteor Organization come numero di meteore osservate.


Anno

BMH1

BMH2

2016

2015

2014

2013

2012

2011

Dati.zip

Dati.zip

2010

Dati.zip

Dati.zip

2009

Dati.zip

Dati.zip

2008

Dati.zip

Dati.zip

2007

Dati.zip

-

2006

Dati.zip

-

2005

Dati.zip

-

Immagini

Bolidi

Le meteore più brillanti, quelle che superano la luminosità di venere al massimo sono chiamate "bolidi".
I bolidi sono sempre spettacolari, ma anche molto rari. Ogni 2-300 meteore solo una è un bolide. Questo è il bolide più brillante ripreso dall’osservatorio il 19 novembre 2012. Il meteoroide è penetrato nell’atmosfera incendiandosi a 90 km sopra la verticale di Rovereto e concludendo il suo cammino dopo una spettacolare esplosione dopo un paio di secondi, sopra la zona di Tonezza. Il fireball dell’esplosione superava di una decina di volte la luminosità della Luna piena.


____________________________________________________________________________________________

Immagini in evidenza - Bolidi di Ottobre 2015
Torna ai contenuti | Torna al menu