SQM: Sky Quality Meter - OsservatorioMonteBaldo

Vai ai contenuti

Menu principale:

SQM: Sky Quality Meter

Ambiente

SQM è uno strumento che con un sensore CCD rivolto verso l’alto, che durante la notte, misura la luminosità del cielo in magnitudine x arco secondo-quadrato. La magnitudine è usata in astronomia come misura della luminosità delle stelle e degli altri corpi celesti. L’arco secondo quadrato è un quadrato di cielo con un lato pari ad un arco secondo di grado.
Per comparazione la Luna ha un diametro di circa 30' quindi 1.800" sec/arc. Se SQM rileva 20 mgn per sec/arc2 il cielo è abbastanza scuro, mentre se rileva 8 mgn per sec/arc2 il cielo è molto più chiaro. I dati live possono essere un prezioso aiuto per l'astrofilo per determinare la qualità del cielo per la fotografia astronomica. Più alto è il valore della magnitudine è più il cielo è buio. Nell'ambito della lotta all'inquinamento luminoso misurare la  magnitudine del cielo è il metodo più preciso e affidabile per valutare quanto la luce artificiale stia modificando la luminosità del cielo notturno. Questo monitoraggio quotidiano fornisce una stima della situazione evolutiva nel tempo dell'inquinamento luminoso durante la notte. L'Osservatorio da alcuni giorni ha iniziato il suo monitoraggio e i dati confluiscono a Light Pollution Monitoring Network powered by GADS (Italy) dove abbiamo una nostra pagina.

http://www.sqm-network.it/index.php/it/europa/italia/osservatorio-monte-baldo-vr

SQM-LE TSL237 UNIHEDRON

Presso l'Osservatorio Astronomico Monte Baldo dal 2013 è presente una unità di monitoraggio della brillanza del cielo notturno che serve per misurare la qualità del nostro cielo. I dati registrati vengono poi inviati a Veneto Stellato, Cielo Buio, Cordilit, SQM Network e ARPAV che hanno il compito di raccogliere tutti i dati provenienti dalle varie centraline sparse nel territorio e monitorare l'inquinamento luminoso della nostra regione. La prima lettura è avvenuta il 2013 01 26 17:20 UT

l lettore SQM misura la magnitudine in mgn per sec/arc2. (MPSAS: Magnitudes Per Square Arc Second). Mentre la magnitudine visuale la abbiamo in valori NELM (Naked Eye Limit Magnitude). Passare quindi da mpsas a nelm è un giochetto; in internet esiste una pagina che fa l’operazione in automatico:
http://www.unihedron.com/projects/darksky/NELM2BCalc.html

Dalle letture fatte dal rilevatore SQM in OMB ad oggi, 31/07/2015 risultano iseguenti valori:
Maximun readings in astronomy darkness and clear sky=21.70
(Valore Massimo di oscurità del cielo)
Average of readings in astronomy darkness = 19,80
(Valore medio di oscurità del cielo)
Perciò otterremo i seguenti valori di magnitudine visuale:
Max= SQM 21.70= mv 6.5  registrato il 13/10/2015 alle 04:04
Media= SQM 19,80 = mv 5.29
Vai alla pagina delle letture...


Appendice matematica

Convert NELM (V mags) to MPSAS (B) sky brightness
Formula: B_mpsas = 21.58 - 5 log(10^(1.586-NELM/5)-1)
Convert MPSAS (B) sky brightness to NELM (V mags)
Formula: NELM=7.93-5*log(10^(4.316-(Bmpsas/5))+1)
Convert extended object size (arcmins) and apparent brightness (V) to MPSAS
Formula: objB_mpas = objMagnitude + (2.5 * (Log10((PI() / 4) * objMajorAxis_arcsec * objMinorAxis_arcsec)))
Compute an extended object's contrast index
Formula: ContrastIndex = -0.4 * (objB_mpas - B_mpas)

Test data
See Clark, R.N., 1990. Appendix E in Visual Astronomy of the Deep Sky, Cambridge University Press and Sky Publishing. http://www.clarkvision.com/visastro/appendix-e.html

__________________________________________________________________________________________________
Inquinamento luminoso - SQM: Sky quality Meter - Scala di Bortle -

Torna ai contenuti | Torna al menu