Spettroscopia- Dati Inquinamento luminoso e UBVRI - OsservatorioMonteBaldo

Vai ai contenuti

Spettroscopia- Dati Inquinamento luminoso e UBVRI

Ricerca

L'inquinamento luminoso è un'alterazione dei livelli di luce naturalmente presenti nell'ambiente notturno. La definizione legislativa più utilizzata lo qualifica come "ogni irradiazione di luce diretta al di fuori delle aree a cui essa è funzionalmente dedicata, ed in particolare verso la volta celeste". Fra le scienze più danneggiate dalla sparizione del cielo stellato vi è senza dubbio l'astronomia sia amatoriale che professionale; un cielo troppo luminoso infatti limita fortemente l'efficienza dei telescopi ottici che devono sempre più spesso essere posizionati lontano da questa forma di inquinamento. Per saperne di più... (Cielo Buio)

I filtri UVBRcIc utilizzano il classico standard fotometrico definito da Johnson nel 1950 e successivamente migliorato da Cousins nel 1990. Fino ad ora i filtri fotometrici con questo standard erano filtri colorati Schott, ma per adattarsi meglio ai ccd moderni e per mantenere il rigoroso standard J/C, la Astrodon ha utilizzato trattamenti a stretta banda passante per i filtri I e R (chiamandoli Ic e Rc, con la c ad indicare che è rispettato lo standard di Cousins)

Torna ai contenuti